Matrimonio d’oro

| Maria |

Tempo stimato:

5

Matrimonio d’oro : uno stile lussuoso o sofisticato ?

Oggi vi parlo del colore oro, dei suoi usi e delle sue infinite inclinazioni.

Come avete già capito, se mi seguite, ove è possibile, mi piace dare continuità al mood scelto per un evento, in tutte le sue forme espresse, in particolar modo nel matrimonio. Non amo ostentare, mi piacciono i contesti lussuosi che restino però eleganti. Un mix sofisticato che ha bisogno di grande attenzione per essere dosato nel modo giusto. 

Ritorno all’uso

Negli ultimi anni c’è stato un ritorno all’uso dell’oro, sia negli arredi che negli accessori e anche anche nelle mise en place. Un tempo l’utilizzo dell’oro identificava il potere e il  conseguente lusso che spesso sconfinava nell’ostentazione.  Immaginatevi solo le sale con i soffitti interamente ricoperti d’oro, la mobilia decorata con le rifiniture color oro, le sedie dorate e i tavoli pieni di stoviglie e decori dorati. Si, decisamente lussuoso, ma decisamente troppo.  

Parlando del soffitto dorato mi sono ricordata di quello del famoso castello di Bojnice, dove è nata la mia passione per i matrimoni, ben 38 anni fa. Ne parlo nella sezione about me, se non l’avete letta, la trovate qui. Provate a leggere e a dare forma, con la vostra immaginazione, alle mie parole.

Immaginate

“Il soffitto della sala in cui venivano celebrati i matrimoni civili, era composto da tanti quadrati di legno, con i volti degli angeli intagliati, ognuno con un’espressione diversa.  Al centro di questa gigante scacchiera, era incastonato, all’interno di una cornice dorata, un grande ritratto del Conte Palfy e lo stemma della famiglia. Gli angeli dai volti molto dolci e sognanti, erano completamente ricoperti d’oro. Circa al centro della sala, proprio davanti ad un grandissimo caminetto in marmo rosso, reso ancora più imponente dallo specchio dorato, delle stesse dimensioni, collocato sopra, era posizionato un enorme tavolo di legno, con un piano di marmo rosso e le sedie decorate d’oro. Nelle pareti, erano appesi quadri di grandi dimensioni, che rappresentavano i matrimoni dei nobili, incorniciate con le maestose cornici d’oro. “  

Che senso vi da questa immagine? Probabilmente il famoso “to much”. Credo di avervi letto nel pensiero. Sono d’accordo con voi: il senso del molto lussuoso, che sconfina nell’ostentazione.Come succede in tutte le situazioni della vita, guardando il quadro d’insieme, la visione cambia, perciò continuo con la descrizione.

wedding planner Maria Mayer primo piano di piatto in porcellana bianca con decori dorati e posate dorate

Continuate ad immaginare

“La sala era di dimensioni piuttosto grandi. Dotata di moltissime finestre, posizionate in modo da far entrare, durante la giornata, il sole per illuminare ogni elemento dorato che fungeva da trasmettitore di luce. Gli arredi e i singoli elementi dorati erano posizionati nei punti giusti per ottenere il risultato desiderato: essere immersi nella luce.  Il pavimento, le porte e le vetrinette contenenti oggetti d’epoca, erano di legno scuro, e aumentavano il calore percepito. Non c’erano lampadari imponenti. Solo piccoli punti luce e delicati abat jour sulle pareti. Tutto era caldo e armonioso. Visitando il castello, ci si accorgeva che ogni luogo aveva una sorta di magia e il messaggio che trasmetteva era forte ma delicato” 

Cambio di percezione

Come è cambiata la percezione? E’ ancora così lussuosa o è diventata più sofisticata? Perchè vi ho parlato di questo? Ve lo spiego nelle prossime righe, ma conservate la sensazione di prima. 

Anche nella storia a noi più vicina, l’oro era molto presente e dava il senso di ricchezza per il naturale valore che ha questo metallo. Ci sono stati  vari momenti nei quali gli stili proposti, subendo una forte influenza di epoche passate, hanno fatto riapprezzare l’opulenza fino poi a scomparire completamente o quasi. Se osservate, questa tendenza colpisce tutti i settori, dall’arredo agli accessori, dalla gioielleria alla moda. Tutt’ora ci sono culture che basano il senso del potere sul colore oro e volutamente vogliono far percepire il lussuoso come sofisticato.

Nuovo ritorno

Nella maggior parte casi, l’attuale ritorno all’uso dell’oro è molto più leggero. Ha subito una sorta di mutazione. Gli elementi hanno assunto linee molto più geometriche, più essenziali e il rilancio  è stato molto graduale. Il colore oro lo ritroviamo in alcuni elementi d’arredo ma mai come un elemento principale. La stessa cosa vale anche negli allestimenti dei matrimoni. 

E piano piano ritorna anche l’uso dell’oro giallo in oreficeria. Credo che, essendo stato il primo settore a farne uso, in qualche modo sia l’ultimo a gioire del suo ritorno. Sicuramente è quello che ha subito la maggiore trasformazione con i trend dell’ oro rosa, bianco e giallo. Lo sapevate che non esistono realmente l’oro rosa e l’oro bianco? Si ottengono solo con la lavorazione e una maggiore quantità di componenti aggiuntivi di rame o argento

Il mio mondo

Capita spesso, soprattutto qui nel Veneto, di vedere i matrimoni all’interno delle locations preziose come quelle delle Ville Venete. Esse appartengono alle epoche ben precise e hanno uno stile ben definito. Io mi ritengo ambasciatrice della visione che ogni coppia è unica, una sorta di opera d’arte. Unica e inimitabile. 

La stessa cosa succede con le locations. Ritengo sia doveroso, rispettare lo stile naturale della location, senza snaturarla, puntando a valorizzarla e creando un’armonia con il contesto. Con questo non intendo che dobbiamo ripetere gli errori dell’eccesso del passato, ma esattamente il contrario. Credo che dovrebbe esistere una sorta di grado di protezione del buon gusto. Come per gli immobili esiste un ente che garantisce rispetto del decoro e protegge la storicità dell’immobile e il suo messaggio culturale e artistico, allo stesso modo gli eventi dovrebbero omaggiare l’essenza della location. Va bene rendere contemporanee le scelte, ma rispettando lo stile originario.

Hotel Danieli

Conoscete Hotel Danieli a Venezia? Non è proprio un’icona di sobrietà e nemmeno di gusto sofisticato. E’ una location storica, conosciuta probabilmente in tutto il mondo. Provate ad immaginare un’allestimento molto pop unito con lo stile veneziano dell’Hotel Danieli.

Se la location scelta è già molto ricca di decori, per valorizzarla, necessariamente dobbiamo unire lo stile della location con ciò che inseriremmo al suo interno, senza sovrastarla. Solo così potremmo abituare gli occhi alla bellezza.  Vi ricordate la sensazione di prima? 

Il vero lusso

Sono ambasciatrice del pensiero che bisogna essere se stessi e per esprimere al meglio la propria personalità, ogni persona dovrebbe rispettare il suo stile sia nel quotidiano sia durante grandi eventi, come appunto i matrimoni. Proprio per questo, mi piace che ci sia continuità nelle scelte che compongono l’immagine di un matrimonio, rendendo sofisticato.

Caratteri forti

Ci sono caratteri più decisi e location dove si possono integrare scelte più coraggiose, come un mix tra nero, viola, fucsia e oro, oppure strutture già cariche di elementi decorativi, che necessitano di un alleggerimento riprendendo solo alcuni elementi che possono aiutare a rendere armonioso l’allestimento. 

Oro commestibile

Faccio un esempio concreto per spiegarmi meglio. Se dalla nostra ricerca di stile, dall’unione tra i vostri concetti e le vostre personalità, emerge l’uso del colore oro, mi piace che esso compaia anche nei dettagli visivi : quindi sia nella parte scenica, che nel food stesso. Nella cucina e nella pasticceria moderne viene usato un oro commestibile per rendere possibile questo spolverio di luce. Può essere usato come contorno per decorare i piatti, oppure piccole scagliette di luce per decorare la pietanza, o in pasticceria in infinite forme. Rimanendo nel mondo del food & bevarage, le scaglie d’oro si possono trovare anche in alcune bevande alcoliche per completare il mood. Conoscete il famoso piatto di Riso e oro di Gualtiero Marchesi? Quest’anno compie quarant’anni.

Stile grafico

Per la parte grafica esistono le carte lavorate artigianalmente che possono contenere elementi d’oro oppure si può usare la foglia oro per le scritte in bassorilievo. E il mondo degli abiti da sposa? Ci sono infinite scelte dei ricami, piccoli elementi o tessuti con le fibre d’oro. E le paillettes per un look super brillante e matrimonio inusuale? Si può! Basta mantenere l’armonia.

Vi ho incuriosito e l’idea di un matrimonio d’oro, magari sperimentando con l’oro nelle pietanze, ora è più vicina a voi ? Seguitemi su Instagram, taggatemi e usare #goldwedding per le vostre ispirazioni e richieste di consigli. Vi aiuterò volentieri con gli abbinamenti dorati : )

Wedding Planner • Maria Mayer • firma

Vuoi anche tu ricevere, news, idee, ispirazioni, non troppo spesso?
Iscriviti alla mia newsletter.

Maria Mayer Wedding Planner

© Maria Mayer. All rights reserved. Privacy Policy