Organizzazione del matrimonio

| Maria | ,

Tempo stimato:

5

Organizzazione del matrimonio: Ti spiego perché iniziare in primavera ha suoi vantaggi

Ritorno da te a pochi giorni dall’inizio della primavera per parlarti di un aspetto che ho realizzato proprio in questo periodo. Spesso parlo della stagionalità o di 4 stagioni del matrimonio (si tratta di un argomento assolutamente slegato dalla stagione della natura, ne parlavo in questo articolo, ti lascio link), ma mi sono resa conto di non essermi mai soffermata a riflettere su quale potrebbe essere davvero il periodo migliore per iniziare con l’organizzazione del matrimonio.

Ti sembrerà strano, ma non avevo mai riflettuto, fino a qualche giorno fa, sul fatto che possa esserci un periodo migliore, o così definito, per partire con questo meraviglioso viaggio. Il mio ragionamento è partito dal mio sentire. Ho osservato come mi sento in questo periodo, mentre le giornate si allungano, e che cosa porti con sé l’aumentare della luce giorno dopo giorno. Credo sia semplice constatare che porta con sé una sorta di energia nuova, di energia vitale. Vedere la natura risvegliarsi piano piano dal letargo è molto affascinante. 

L’organizzazione del matrimonio vs primavera

Probabilmente ti stai domandando cosa c’entra l’organizzazione del matrimonio con la primavera appena iniziata? Fino poco tempo fa forse avrei risposto niente, ma ora che guardo la questione da un’altra angolatura, credo molto. Anzi, penso bisognerebbe proprio cominciare ad osservare cosa ci può donare, come ci può aiutare e come possa contribuire in questo viaggio.

Spesso l’organizzazione del matrimonio parte subito dopo l’estate, proiettandosi e pianificando il tutto per la stagione calda dell’anno successivo. Giusto? Il progetto comincia così a prendere forma dopo le vacanze estive, durante le quali ci si è teoricamente riposati e si sono caricate le batterie.

Si esce da questo periodo in cui ci si è fermati, e forse anche costretti a riflettere, si sono rotte tutte le nostre routine, permettendo al tempo lento di lasciar fluire riflessioni rivolte al futuro, e probabilmente l’improvvisa dose di tempo libero vi ha permesso di iniziare a dare forma alle idee per il vostro matrimonio. Nulla di strano fino a qui.

La prima scelta

Inconsciamente sembra che questa sia davvero la fase più favorevole. Avete l’energia recuperata durante le vacanze e la condizione ideale per valutare la prima ricerca da cui solitamente partono le coppie: la scelta della location. Prossimamente parlerò proprio di questo, ma intanto leggi questo articolo che affronta già alcuni punti in merito alla scelta delle location. Ti lascio link se desideri leggerlo.

La possibilità di vederla a fine stagione estiva, con il suo verde rigoglioso, e sicuramente tenuta in ordine, conferma che bisogna partire proprio da lì. Con l’avanzare dei mesi, questa possibilità si perde. Nel letargo del verde, la naturale atmosfera malinconica regnerà sovrana e la voglia di uscire calerà. E quindi via di corsa a scegliere il posto! Metti che non trovi la data libera per il luogo del cuore?!

Autunno e le fiere di sposi

Non solo la malinconia dei luoghi, ma anche quella nostra può emergere proprio durante l’autunno, quando i tempi si dilatano, la luce diventa più filtrata e anche la nostra energia inizia a calare. Poche ore di sole ed il freddo conciliano più con la voglia di stare all’interno, magari con la copertina a leggere un bel libro e sorseggiare una tisana al posto di andare in cerca di soluzioni per il matrimonio. Stranamente in questo periodo, cioè ottobre e novembre, è proprio il periodo delle fiere per gli sposi. Vuoi non andarci? Ne ho parlato in questo articolo. Se te lo sei persa vai a rileggerlo, ti lascio link.

Contrariamente a quello che dovrebbe accadere con l’avanzare del tempo e l’evolversi del progetto di organizzazione del matrimonio, lo slancio cala al posto di crescere. Cala la luce, cadono le foglie e la natura va in riposo. Inizia a sentirsi il fiato sul collo del nuovo anno in arrivo, perché è proprio vero che dopo Ognissanti è già Natale ed il mondo si ferma fino a gennaio.

La primavera è rinascita

Tutte queste fasi e sensazioni sono assolutamente naturali ed in assonanza, e proprio da qui nasce l’idea di pensare al contrario. Ti è mai capitato di osservare a distanza di giorni un tulipano o qualsiasi altro seme, che per crescere e spuntare riesce persino a spostare la terra e portarsi il suo peso addosso? Prova ad immaginare quanta energia ha quel seme e la mette tutta nel suo progetto, quello di spuntare e dare forma e colore alla sua vita! È quasi incredibile quanta energia e forza può contenere in sé.

Ho pensato che siano esattamente questa forza ed energia che servirebbero per l’organizzazione del matrimonio. Per questo ho messo a confronto le varie fasi dell’organizzazione del matrimonio con le varie fasi della natura. La primavera è carica di energia e voglia di fare. Ci aiuta a nutrire i progetti e le idee con l’energia trasmessa dalla natura, a mantenere il focus sull’obiettivo. Ci fa sbocciare!

Con il trascorrere del tempo, e l’avanzare della stagione vedi spuntare le foglie dopo le prime fioriture, e trasformare i fiori in abbozzi di frutti, esattamente come succede nel matrimonio. L’estate è la fase della maturazione e dello sviluppo.

L’avanzare della stagione farà formare e maturare i frutti e quando arriverai alla fine dell’estate potrai godere dei meravigliosi frutti di questo viaggio proprio mentre l’autunno donerà i suoi. Non ti sembra che sia perfetto così?

I vantaggi

Ho pensato di riassumere alcuni vantaggi di questo viaggio e segnarteli:

  • La primavera porta con sé l’energia della rinascita 
  • Hai modo di vedere evolvere il progetto con naturale evoluzione della stagione 
  • Hai davanti l’estate che dona leggerezza e relax 
  • Arriverai all’autunno pronta a raccogliere i frutti del viaggio e il calore del momento 
  • Avrai ancora una leggera abbronzatura, giusta per il grande giorno 
  • Avrai colori e scenari esclusivi
  • Non dovrai preoccuparti del meteo
  • Utilizzerai tessuti preziosi che non siano il solito pizzo
  • Avrai visto la bellezza della natura in tutte le sue forme prima di andare in riposo
  • A Natale potrai condividere le foto del matrimonio 

Consigli per l’organizzazione del matrimonio

Ovviamente se seguirai questo mio consiglio e partirai con l’organizzazione ad aprile e desideri finire in ottobre o novembre dovrai avere le idee molto, molto chiare. È già molto impegnativo per me che faccio questo mestiere; quindi, non sottovalutare la fase iniziale di questo viaggio, altrimenti rischia di trasformarsi in un incubo. Quello che ti consiglio di fare è definire subito il budget e l’idea o progetto del vostro matrimonio.

Cerca di mettere in riga le cose irrinunciabili e quelle che possono essere secondarie. Fai il calcolo del numero degli invitati e non fare affidamento sulla “lista nozze” per le spese che decidete di sostenere. Salvo esplicita dichiarazione di un contributo da parte dei vostri famigliari, contate su quello che potete fare da soli.

So che sarà il vostro grande giorno, ma proprio perché io credo nei concetti di unione e massima autenticità, vi sconsiglio vivamente di ostentare. L’organizzazione del matrimonio dovrebbe essere una di quelle esperienze che vi lascerà pieni di ricordi per tutta la vita. Per questo è importante che consideriate il viaggio quasi più importante della giornata stessa. Dovete apprezzare ogni passo e ogni conquista del vostro progetto perché solo così rimarrà per sempre una parte di voi.

Se ti ho incuriosita e vuoi capire meglio se potremmo fare questo viaggio insieme, puoi chiamarmi o scrivermi e ne parliamo insieme.

In ogni caso, ci vediamo qui, quanto prima.

Come sempre tua,

Wedding Planner • Maria Mayer • firma

Vuoi anche tu ricevere, news, idee, ispirazioni, non troppo spesso?
Iscriviti alla mia newsletter.

Maria Mayer Matrimoni Autentici a Treviso

+39 349 35 10 030 | [email protected]

© Maria Mayer -
Wedding Planner a Treviso. P.I.05302950265
All rights reserved. Privacy Policy